Spagna, la tempesta Gloria provoca morti e dispersi. E ora si sposta in Francia

Nel sud della Francia sono già state fatte evacuare circa 1.500 persone. La tempesta porta con sé piogge torrenziali, neve, vento a 100 chilometri l’ora e onde alte fino a 10 metri

Dieci morti e quattro dispersi: questo il bilancio – provvisorio – dopo il passaggio della tempesta Gloria sulla Spagna che, poco a poco, si sta spostando verso la zona dei Pirenei francesi. Dopo aver lanciato l’allarme rosso per possibili inondazioni, nel sud della Francia sono già state fatte evacuare circa 1.500 persone dopo l’esondazione di due fiumi. In Spagna, invece, l’ultima vittima è stato un uomo caduto in mare nel porto di Palamos, nel nord-est della Catalogna. Altre due persone sono morte in Andalusia, sempre per eventi conseguenti al maltempo. C’è poi un contadino di 77 anni, morto schiacciato dal crollo di una serra a causa della grandine. E un senzatetto è morto di freddo, mentre un cadavere è stato trovato in una zona alluvionata nella provincia di Alicante.

EPA/ATIENZA|La tempesta Gloria, in Spagna

Nello stesso punto un uomo è andato disperso dopo che la sua auto è stata trascinata via dall’acqua e disperse risultano altre tre persone, tra cui un inglese di 25 anni. La tempesta porta con sé piogge torrenziali, neve, vento a 100 chilometri l’ora e onde alte fino a 10 metri. Nelle ultime ore la Météo-France ha confermato una “allerta rossa” a nord di Perpignan e a sud di Carcassonne. Circa 1.500 residenti sono stati evacuati nei Pirenei orientali e alcune decine nell’Aude dopo lo straripamento di due fiumi. «Le piogge – prevede il meteo francese -, che oscillano di intensità, dureranno fino a giovedì a mezzogiorno, interessando principalmente la parte orientale dei due dipartimenti compresa la costa. E le scuole delle zone interessate resteranno chiuse».

Leggi anche: