Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La Grecia divorata dagli incendi. A Evia roghi fuori controllo, la denuncia di un sindaco: «Siamo soli» – Il video

Secondo i dati dell’European Forest Fire Information System le fiamme hanno già distrutto 56.655 ettari di vegetazione. La media per lo stesso periodo tra il 2008 e il 2020 era stata di 1.700

Le immagini che arrivano dalla Grecia mostrano un Paese invaso dalle fiamme, con turisti e cittadini in fuga su traghetti mentre tutto attorno le colline continuano a bruciare. La situazione in Grecia continua a essere drammatica, soprattutto sull’isola di Evia, dove gli incendi vanno avanti dallo scorso 3 agosto. Intanto, i roghi, spinti verso il mare da forti venti, sono arrivati anche a un altro piccolo centro, Gouves, e potrebbero espandersi fino a Kastri. Migliaia di residenti e turisti della zona sono in fuga verso le spiagge settentrionali di Pefki e di Agios Nikolaos, dove più di 2.000 isolani hanno già trovato posto in alloggi d’emergenza – da traghetti, imbarcazioni militari e della Guardia Costiera. Il sindaco di Istiaia Ioannis Kontizias, intervenuto su Skai TV, ha denunciato l’assenza di aerei antincendio a Evia: «Siamo soli, sono cinque giorni che chiedo che siano impiegati aerei». «Non ho più voce per chiedere altri aerei. E’ una situazione insopportabile», aveva denunciato già ieri Giorgos Tsapourniotis, sindaco di Mantoudi. «Diversi villaggi si sono salvati solo perché i giovani hanno ignorato l’ordine di evacuazione e sono rimasti a impedire che le fiamme raggiungessero le loro abitazioni».


Per ragioni poi ancora ignote, un aereo Pezetel dei vigili del fuoco si è schiantato al suolo mentre era impegnato a domare un incendio nell’isola ionica di Zante, nella Grecia occidentale. Fortunatamente il pilota è sano e salvo ed è stato aiutato da altri vigili del fuoco. Il viceministro per la protezione civile Nikos Hardalias ha detto che «abbiamo di fronte un’altra notte difficile. A Evia ci sono incendi a sud e a nord, dove il vento spinge le fiamme verso i centri sulla costa. In tutto ora sono in azione 17 mezzi aerei antincendio, aerei ed elicotteri». Negli ultimi dieci giorni, secondo lo European Forest Fire Information System, le fiamme hanno distrutto 56.655 ettari di vegetazione. La media per lo stesso periodo estivo, tra il 2008 e il 2020, era 1.700 ettari.


Foto copertina: EPA/KOSTAS TSIRONIS | Pfeki, Evia

Leggi anche: