Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Roma, Raimo rimuove la targa di Farinacci: «Perché un gerarca fascionazista ha ancora una Villa intitolata a suo nome?» – Il video

Il Comune è proprietario dell’edificio dal 1975, ma non è ancora stato riconvertito. «Ho deciso che quello scempio era davvero insopportabile», ha annunciato lo scrittore su Twitter

«Quale è la ragione per cui il gerarca fascionazista Farinacci aveva ancora una villa a Roma intitolata a suo nome?». A chiederlo è lo scrittore e giornalista Christian Raimo in un tweet che accompagna un video in cui lo stesso Raimo, cacciavite alla mano, rimuove la targa di Villa Farinacci, nella zona Casal de’ Pazzi a Roma. «Una città antifascista. Oggi – scrive – passando per l’ennesima volta lì davanti. Dopo che per anni le amministrazioni hanno riconosciuto lo scempio senza fare nulla, ho deciso che quello scempio era davvero insopportabile, e ho rimosso la targa dalla Villa», fatta ergere in epoca fascista dal “ras di Cremona” Roberto Farinacci, fondatore assieme a Benito Mussolini dei Fasci italiani di combattimento. Dal 1975, il Comune di Roma è ufficialmente proprietario della Villa del gerarca fascista, dopo averla espropriata agli eredi di Farinacci. La villa, però, sarebbe dovuta diventare una biblioteca e un centro di informazione ambientale già dal 2010, ma è ancora chiusa al pubblico e non è stata ancora riconvertita per le nuove funzioni.


Foto e video in copertina: Twitter / Christian Raimo


Leggi anche: