Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Cuneo, esplode una palazzina all’alba: estratto vivo un uomo. Si scava ancora tra le macerie – Il video

L’uomo salvato nel crollo della palazzina viveva solo. L’ipotesi più accreditata è che l’esplosione sia stata causata da un malfunzionamento di una bombola di gpl

Un uomo è rimasto ferito a Rossana, in provincia di Cuneo, dopo l’esplosione di una casa di due piani nelle prime ore dell’alba. L’uomo – rimasto sempre cosciente e che non sarebbe, dunque, in pericolo di vita – è stato salvato dai vigili del fuoco, estratto vivo tra le macerie e trasportato in elicottero al Cto di Torino. Da quel che è emerso finora, l’uomo viveva solo. Il sospetto dei pompieri è che l’esplosione sia dovuta a un malfunzionamento di una bombola di gpl (inizialmente si parlava di una fuga di gas, ipotesi esclusa da Italgas secondo cui la casa «non è servita dalla rete di distribuzione del gas naturale»). L’abitazione, interessata dall’esplosione, è una villetta di due piani, ora completamente sventrata. I muri perimetrali, infatti, sono stati divelti dalla forza della deflagrazione, così come gran parte del tetto.


Leggi anche: