Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Ungheria, l’estrema destra scende in piazza per ricordare l’alleato di Hitler, Miklos Horthy

A Budapest in migliaia per commemorare, 65 anni dopo la sua morte, Miklos Horthy, alleato di Hitler ritenuto responsabile dell’olocausto di 400 mila ebrei ungheresi

Migliaia di persone di movimenti appartenenti all’estrema destra ungherese si sono riunite oggi a Budapest per commemorare, 65 anni dopo la sua morte, Miklos Horthy, alleato di Adolf Hitler ritenuto responsabile dell’olocausto di 400 mila ebrei ungheresi. Una manifestazione con tanto di fiaccolata e menzione di discorsi di Horthy dal palco. A organizzare l’omaggio è stato il Movimento della Patria e ad aderirvi sono stati 13 organismi estremisti, con i loro attivisti. L’omaggio è stato tutto per l’alleato di Hitler, governatore dell’Ungheria dal 1920 al 1944. Gli storici identificano in Horthy il principale responsabile della sconfitta dell’Ungheria durante la seconda Guerra mondiale. Sul palco dell’evento la voce di Laszlo Torockai, presidente del Movimento della Patria (MH) e candidato alle prossime elezioni del 3 aprile (appuntamento a cui troverà Viktor Orban con Fidesz). Parallelamente alla commemorazione di estrema destra, alla quale hanno partecipato migliaia di nostalgici sotto la stretta sorveglianza della polizia, si è svolta anche una contromanifestazione di antifascisti.


Miklos Horthy e Adolf Hitler

Leggi anche: