Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia
MONDO ArmiCarri armatiKievMadridMissiliRussiaSpagnaUcraina

Ucraina, Madrid pronta alla svolta. I media spagnoli: «Invierà missili e carri armati a Kiev»

Finora la Spagna aveva fornito soltanto munizioni e armi leggere

Non più solo munizioni. La Spagna alza il tiro e prepara armi più potenti da inviare in Ucraina. «Il Paese fornirà missili antiaerei Shorad Aspide e carri armati Leopard A4», fa sapere il quotidiano spagnolo El Pais, «oltre all’indispensabile addestramento dell’esercito di Kiev». Finora Madrid si era limitata a inviare munizioni, dispositivi di protezione individuale e armi leggere come lanciagranate e mitragliatrici. «La spedizione del nuovo materiale, prodotto dalla compagnia missilistica europea MBDA», spiega El Pais, «è in attesa del completamento delle trattative attraverso una cellula di Stoccarda che ha il compito di coordinare gli aiuti militari all’Ucraina al fine di evitare la mancanza di equipaggiamento». Riguardo ai carri armati Leopard A4 l’intenzione iniziale della Difesa spagnola era di convertire i mezzi in auto da recupero per ingegneri. Vista la mancanza di budget, ha poi deciso di lasciarli in deposito in attesa di disponibilità di fondi in futuro.  Ora serviranno a Kiev per difendersi dalle forze russe.


Fonti della Difesa citate dal quotidiano spagnolo stimano che «circa 40 auto potrebbero essere riabilitate e consegnate all’esercito ucraino», ma avvertono anche che «ciò richiederebbe di sottoporle a una messa a punto da parte di un’industria che difficilmente intraprenderà questi lavori in un momento di aumento generale della spesa militare in Europa». Quanto all’addestramento, secondo le fonti consultate da El Pais, l’iter di formazione si svolgerà inizialmente in Lettonia, dove l’esercito spagnolo ha schierato un contingente di 500 soldati con sei carri armati Leopard 2E, nell’ambito dell’operazione Enhanced Advanced Presence (EFP) della Nato. 


Leggi anche: