Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

No! L’animale in questo video non è un «prodotto dall’eugenetica»

Eugenetica? Elfi? Questa creatura è in realtà un primate amazzonico chiamato uistitì argentato. Il suo aspetto un po’ inquietante è dato dall’età avanzata che mostra i propri effetti

Un animale che sembra una strana scimmia con alcuni tratti antropomorfi: grandi orecchie, testa calva, posizione eretta e mani simili a quelle umane. A qualcuno potrebbe ricordare Dobby, l’elfo domestico della famiglia Malfoy in Harry Potter. In un video che circola su Internet, si vede la creatura mangiare della frutta. Alcuni utenti su Facebook sostengono che si tratti di un prodotto di ingegneria genetica applicata agli esseri umani, denominata “eugenetica“. La verità, però è molto diversa e con le modifiche genetiche non c’entra nulla.

Per chi ha fretta:

  • L’animale è un primate tipico della foresta amazzonica chiamato uistitì argentato (Callithrix argentata);
  • Quello nel video in questione è un esemplare molto anziano che vive in cattività in uno zoo a circa 200 chilometri dal centro di Tokio.
  • Il suo aspetto particolarmente trasandato è dovuto proprio all’età avanzata.

Analisi

Di seguito si può vedere lo screenshot di uno dei post che condividono il video dell’animale. La descrizione, ripresa evidentemente da un canale QAnon, recita:

L’eugenetica genetica degli animali sta avvenendo sottoterra. Deve fermarsi. Unisciti a > QAnon Warriors

Il soggetto del video è indubbiamente bizzarro, ma è sufficiente una ricerca immagini inversa con un primo piano dell’animale per scoprire che si tratta di una specie chiamata uistitì argentato (Callithrix argentata): un primate tipico del sud dell’Amazzonia. Osservando le foto di altri esemplari della specie, appare chiaro che l’animale è un esemplare anziano, come si nota dal pelo rado e molto bianco, e dalle parti glabre degli arti.

Ulteriore conferma di ciò si ha dal soprannome che viene dato all’esemplare: «nonna». Tramite una serie di ricerche, è possibile risalire al video originale, condiviso dalla pagina Instagram kusatsunettaiken, appartenente a uno zoo giapponese, a circa 200 chilometri dal centro della capitale, chiamato Kusatsu Tropical Wonderland. Nella descrizione del post si ha conferma sia della specie che del soprannome dell’esemplare. Il video risale al 9 marzo del 2022, ma la stessa pagina Instagram ne ha condivisi molti altri dello stesso animale (ad esempio qui, qui e qui).

Conclusioni:

Eugenetica? Elfi? Questa creatura è in realtà un primate amazzonico chiamato uistitì argentato. Il suo aspetto un po’ inquietante è dato dall’età avanzata che mostra i propri effetti. Chi sostiene che sia un prodotto dell’ingegneria genetica lo fa senza nessun fondamento.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: