Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il giornalista Sandro Ruotolo lascia l’ospedale dopo 20 giorni: «Il vostro affetto mi ha riempito il cuore»

Ricoverato d’urgenza dopo aver perso i sensi, l’ex senatore era finito anche in terapia intensiva sedato e intubato

È tornato a casa il giornalista ed ex senatore Sandro Ruotolo, ricoverato all’ospedale Sant’Andrea di Roma per un violento attacco di broncospasmo. È lui stesso ad annunciare la fine del ricovero, con un post di ringraziamento per i tanti messaggi di affetto ricevuti durante la permanenza in ospedale, in cui era finito anche sedato e intubato per due giorni in terapia intensiva: «Casa, dolce casa – scrive Ruotolo su Facebook – Vi ringrazio per come mi avete sostenuto in questi lunghi giorni di ospedale. Vi devo tanto perché leggervi mi ha dato forza. La marea d’affetto mi ha riempito il cuore. Viva il sistema sanitario nazionale». A rendere noto il ricovero era stato sempre il giornalista, che aveva raccontato pubblicamente la sua disavventura e come i medici lo avevano letteralmente salvato da una situazione particolarmente critica. Ruotolo, 67 anni, aveva spiegato di soffrire da tempo di asma bronchiale, oltre a essere un accanito fumatore di sigarette. Nei giorni appena precedenti il ricovero, aveva avuto forti difficoltà a respirare fino a perdere i sensi. Sulla sua pagina Facebook, Ruotolo si era mostrato in uno scatto crudo direttamente dalla terapia intensiva, accompagnato da un sentito ringraziamento per i medici del servizio sanitario nazionale.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: