Europol, smantellato un «super-cartello» della droga: controllava gran parte del mercato della cocaina in Europa

Nel corso delle indagini sono state sequestrate più di 30 tonnellate di cocaina, mentre sono 49 le persone arrestate

Smantellato il «super-cartello» che controllava gran parte del mercato della cocaina in Europa in un’operazione coordinata da Europol e alla quale hanno partecipato anche agenti di polizia di Olanda, Francia, Belgio e Emirati Arabi Uniti. Questa macro organizzazione criminale aveva stabilito la propria base nei Paesi dove si trovano i principali porti d’Europa, considerati la prima porta di ingresso per gli stupefacenti nel continente europeo. Da Dubai, i capi di questo mega cartello, noto come i «Lords of Drugs» controllavano e dirigevano le attività criminali delle cellule dei vari Paesi. Nel corso delle indagini sono state sequestrate più di 30 tonnellate di cocaina, mentre sono 49 le persone arrestate: 13 in Spagna, 6 in Francia, 10 in Belgio e 14 nei Paesi Bassi e altre a Dubai. Di queste, 7 sono considerati obiettivi di alto valore. A riferire il numero delle persone fermate, è stato Europol che tramite un comunicato ha spiegato come l’ufficio europeo di polizia stava lavorando allo smantellamento del cartello da oltre due anni. «In questi due anni abbiamo riunito i diversi Paesi coinvolti per stabilire una strategia comune al fine di abbattere l’intera rete», si legge nel comunicato. Il 15 novembre scorso, sempre a Dubai, era stato arrestato il narcos Bruno Carbone, considerato uno dei maggiori narcotrafficanti italiani. Latitante dal 2003, quando era stato condannato a 20 anni di reclusione per traffico internazionale di stupefacenti lungo la rotta Spagna-Napoli-Catania.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: