Decreto Dignità, conosci i tuoi diritti? La nostra guida

di Francesca Martelli
Decreto Dignità, conosci i tuoi diritti? La nostra guida

Guida semplice alle nuove regole del lavoro 

Con il decreto Dignità le leggi sul lavoro sono cambiate: solo in base alla data di inizio del tuo contratto a termine, potresti avere diritti diversi. Sai quali sono i tuoi e cosa puoi chiedere al tuo datore di lavoro? Qui trovi una guida. Questi sei ragazzi con un futuro precario hanno una storia che potrebbe essere la tua: alla ricerca di un lavoro, con un contratto a termine o a partita Iva.

Giorgia, 25 anni. Tempo determinato – 1.100 euro al mese

Decreto Dignità, conosci i tuoi diritti? La nostra guida foto 4

Giorgia ha 25 anni, dopo la laurea in Architettura ha cambiato percorso e ha scelto di lavorare come addetta vendite e grafica per un'azienda composta da under 30. Ha un contratto a tempo determinato dal 2015 e il suo stipendio è di circa 1.100 euro al mese.

Se sei nella situazione contrattuale di Giorgia, hai diritto a:

  • Malattia:
  • Ferie:
  • Maternità:
  • Disoccupazione:
  • Reddito cittadinanza*:

Quanto potrà ancora prolungarsi il tuo contratto?

12 mesi, solo in caso di accordo stipulato presso la direzione territoriale del lavoro (indicando la causale, cioè la ragione per cui l'azienda vuole prolungare il tuo contratto).

All’azienda conviene assumerti a tempo indeterminato?

Sì, con contratto a tempo indeterminato, grazie al bonus assunzioni under 35 (previsto dal governo Gentiloni e confermato dall'attuale governo) che prevede uno sgravio fino a 3.000 euro lordi per l’azienda.

Laura, 31 anni. Tempo determinato – 1.500 euro al mese

Decreto Dignità, conosci i tuoi diritti? La nostra guida foto 5

Laura ha 31 anni e lavora come receptionist in una struttura alberghiera da quasi un anno. Laureata in Giurisprudenza, dopo un periodo in uno studio legale, ha fatto un master per lavorare nel settore turistico. Ha un contratto a tempo tempo determinato in scadenza a gennaio, il suo stipendio è di circa 1.500 al mese.

Se sei nella situazione contrattuale di Laura, hai diritto a:

  • Malattia:
  • Ferie:
  • Maternità:
  • Disoccupazione:
  • Reddito cittadinanza*: No

Quanto potrà ancora prolungarsi il tuo contratto?

Fino a 12 mesi – compresi i mesi in cui hai lavorato – inserendo la causale al momento del rinnovo, nel caso di Laura a gennaio 2019 perché il rinnovo del suo contratto avviene dopo il 31 ottobre 2018. Quando cioè si è concluso il periodo transitorio tra le regole precedenti (Jobs Act) e quelle attuali: il decreto Dignità è quindi pienamente operativo.

Inoltre si può prolungare di altri 12 mesi solo con accordo firmato alla direzione territoriale del Lavoro (inserendo la causale), perché il contratto è partito prima del l'entrata in vigore del decreto Dignità (13 luglio 2018) e valgono le regole del Jobs act (decreto 81/2015).

All’azienda conviene assumerti a tempo indeterminato?

Si, grazie al bonus assunzioni under 35 che prevede uno sgravio fino a 3.000 euro lordi per l’azienda.

Emanuele, 25 anni. Tempo determinato – 1.200 euro al mese

Decreto Dignità, conosci i tuoi diritti? La nostra guida foto 2

Emanuele ha 25 anni. Ha iniziato a lavorare quando aveva 19 anni nel settore della vendita al dettaglio. Da maggio è responsabile vendite e grafico in un piccolo negozio dove si disegnano e stampano cover per cellulari. Ha un contratto a tempo determinato, con uno stipendio di circa 1.200 euro al mese.

Se sei nella situazione contrattuale di Emanuele, hai diritto a:

  • Malattia:
  • Ferie:
  • Disoccupazione:
  • Reddito cittadinanza*: No

Quanto potrà ancora prolungarsi il tuo contratto?

Fino a 12 mesi inserendo la causale al momento del rinnovo, nel caso di Emanuele a maggio 2019, perché il rinnovo del suo contratto avviene dopo il 31 ottobre 2018. Più 12 mesi in caso di accordo firmato alla direzione territoriale del Lavoro indicando la causale.

All’azienda conviene stabilizzarti?

Si, grazie al bonus assunzioni under 35 che prevede uno sgravio fino a 3.000 euro lordi per l’azienda.

Wilma, 32 anni. Tempo indeterminato – 1300 euro al mese

Decreto Dignità, conosci i tuoi diritti? La nostra guida foto 6

Wilma ha 32 anni ed è un'estetista. Da quando ha 22 anni, dopo il periodo apprendistato, ha avuto solo contratti a tempo indeterminato. Il suo stipendio è di circa 1.300 euro al mese.

Se sei nella situazione contrattuale di Wilma, hai diritto a:

  • Malattia:
  • Ferie:
  • Maternità:
  • Disoccupazione:
  • Reddito cittadinanza*: No

Quanto potrà ancora prolungarsi il tuo contratto?

È già un contratto a tempo indeterminato.

All’azienda conviene stabilizzarti?

È già un contratto a tempo indeterminato.

Dina, 28 anni. Disoccupata

Decreto Dignità, conosci i tuoi diritti? La nostra guida foto 1

Dina ha 28 anni, è una studentessa fuori corso ed è disoccupata. Nata in Egitto, lavora da quando ha 17 anni. Nel 2015 si è sposata, è diventata mamma e adesso sta cercando di rientrare nel mondo del lavoro.

Se sei nella situazione contrattuale di Dina, hai diritto a:

  • Malattia: No
  • Ferie: No
  • Maternità: No
  • Disoccupazione: No
  • Reddito cittadinanza*: No

Quanto potrà ancora prolungarsi il tuo contratto?

All’azienda conviene stabilizzarti?

Si, ci sono due strade: se hai meno di 30 anni l'azienda potrebbe proporti un contratto di apprendistato (fino a 36 mesi) beneficiando degli sgravi fiscali che resterebbero in caso di trasformazione del contratto a tempo indeterminato per il primo anno.

Oppure, dopo il primo contratto a tempo determinato (per Dina valgono le regole del decreto Dignità), il contratto può essere trasformato in contratto a tempo indeterminato, grazie al bonus assunzioni under 35.

Federico, 20 anni. Tempo determinato, 1.000 euro al mese

Decreto Dignità, conosci i tuoi diritti? La nostra guida foto 3

Federico ha 20 anni e fa il barbiere. La sua è una passione nata già dai tempi della scuola, quando nel tempo libero tagliava i capelli a parenti e amici. Finito il liceo, dopo un periodo di apprendistato, a luglio 2018 ha firmato un contratto a tempo determinato. Il suo stipendio è di circa 1.000 euro al mese.

Se sei nella situazione contrattuale di Federico, hai diritto a:

  • Ferie: Sì
  • Malattia: Sì
  • Disoccupazione: Sì
  • Reddito cittadinanza*: No

Quanto potrà ancora prolungarsi il tuo contratto?

12 mesi, indicando la causale; più ulteriori 12 mesi (sempre con causale) se c’è l'accordo stipulato presso la direzione territoriale del Lavoro perché il suo contratto è partito il 23 luglio 2018, dopo l'entrata in vigore del decreto Dignità.

All’azienda conviene stabilizzarti?

Si, grazie al bonus assunzioni under 35 che prevede uno sgravio fino a 3.000 euro lordi per l’azienda.

* Risposte basate sulle dichiarazioni degli esponenti del governo perché non c'è ancora il testo della legge sul reddito di cittadinanza.