Instagram in “orizzontale”? Bocciato dagli utenti

di OPEN

Il social network ha testato un nuovo metodo di scorrimento, ma le reazioni non sono state quelle sperate

Abbiamo dato una sbirciata a Instagram "in orizzontale" e probabilmente non lo vedremo mai più. Il social network fotografico ha testato una nuova interfaccia durata meno di 20 minuti, 17 per la precisione.

 

 

L'idea di passare alla navigazione in orizzontale nasce già a ottobre. Il sistema viene chiamato tap-to-advance e ha un funzionamento simile a quello già sperimentato con successo sulle stories. Permette di passare da post a post premendo – facendo tap, appunto - e non scorrendo sullo schermo.

Perché cambiare? Il tap-to-advance è più veloce, che vuol dire più contenuti visualizzati in minor tempo. Non solo, mostra immediatamente a schermo intero le foto e i video, attirando l'attenzione su immagini e commenti. In più è più facilmente utilizzabile da persone con difficoltà motorie.

Perché il nuovo sistema funzioni, però, i contenuti non possono più scorrere in verticale – dall'alto verso il basso - ma in orizzontale, cioè da destra verso sinistra. 

Oggi il tap-to-advance, l'Instagram orizzontale, è stato testato sul pubblico. Forse su troppo pubblico, dal momento che il "capo" di Instagram in persona – Adam Mosseri – si è scusato in un commento su Twitter, scrivendo che a causa di un bug il test ha coinvolto molti più utenti di quanto previsto. 

 

https://twitter.com/statuses/1078321786586951680

 

In ogni caso, però, qual è il motivo delle scuse? Che problema può comportare a Instagram un campione più ampio di analisi?
Un coro assai più rumoroso di no. L'aggiornamento, comunque, è stato immediatamente rimosso.

    

https://twitter.com/statuses/1078337018575446017

 

 

 

È probabile che Mosseri e il suo team si siano ricordati dell'ormai famigerato aggiornamento di Snapchat – i cambiamenti sono stati odiati al punto da dare via a una petizione con più di un milione di firme, e a subire duri colpi in borsa. Instagram cambierà, prima o poi, ma non oggi. 

 

https://twitter.com/statuses/1078321171156910081