Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Addio allo scrittore israeliano Amos Oz, sostenitore della Soluzione dei due Stati

Ha rappresentato la coscienza critica dello Stato d’Israele negli ultimi decenni. I suoi lavori sono tradotti in oltre quaranta lingue

Se ne va a 79 anni AmosOz, scrittore e saggista, è stato uno tra gliintellettuali più influenti di Israele. Noto anche per essere un autorevole sostenitore della "Soluzione dei due Stati" per porre fine al conflitto arabo-israeliano, è statoautore di pluripremiati romanzi, saggi e libri per bambini.Oz, con gli scrittori David Grossman e Abraham Yehoshua, ha rappresentato la coscienza critica dello Stato d'Israele negli ultimi decenni.I suoi lavori sono tradotti in oltre quaranta lingue.


Nato a Gerusalemme il 4 maggio 1939, viveva nella città israeliana di Arad e insegnava letteratura all'università Ben Gurion del Negev. Nel suo romanzo autobiografico Una storia di amore e di tenebra, Oz ha raccontato, attraverso la storia della sua famiglia, le vicende storiche del nascente Stato di Israele dalla fine del protettorato britannico: la guerra di Indipendenza, gli attacchi terroristici dei Fedayyin, la vita nei kibbutz.


Amos Oz esaminava la natura umana calandola nei conflitti e nelle tensioni della società israeliana, partiva dai dogmi religiosi per confrontarsi con le esigenze della società moderna, questi i temi dominanti della sua narrativa. Dopo essersi laureato in lettere e filosofia all'università ebraica di Gerusalemme, si è specializzato all'università di Oxford.

Diventato pacifista militante, nel 1992 è stato insignito del prestigioso premio per la Pace dell'Associazione dei librai tedeschi, consegnato durante la Fiera internazionale del libro di Francoforte. La vita di Amos Oz (pseudonimo di Amos Klausner) è stata segnata dal suicidio di sua madre, quando aveva appena dodici anni.

photo

Lo scrittore israeliano ha conquistato dozzine di riconoscimenti. Tra questi, il premio Catalunya e il premio Sandro Onofri nel 2004, il premio Principe de Asturias de Las Letras e il premio Fondazione Carical Grinzane Cavour per la Cultura Euromediterranea nel 2007, il premio Primo Levi e il Premio Heinrich Heine nel 2008, il premio Salone Internazionale del libro nel 2010, il premio Franz Kafka a Praga nel 2013.

LEGGI ANCHE:Le parole per ricordare Amos Oz