Occhi in alto: stanotte arriva la «Superluna». Ma resterete delusi, come sempre

di Juanne Pili

Divenuta un fenomeno pop grazie a un nome suggestivo, che non deriva nemmeno dall’astronomia, la “Superluna” non è poi così “super” se a osservarla non è un addetto ai lavori. Al netto di leggende e illusioni ottiche stanotte qualcuno potrebbe rimanere deluso, ecco perché

Stanotte la Luna si troverà molto più vicina alla Terra e potremo vederla un po’ più grande del solito. Il termine ormai in uso per indicare questo evento è «Superluna», con buona pace degli astronomi. Il termine infatti fu coniato dall’astrologo Richard Nolle nel 2011. L’orbita del nostro satellite naturale è ellittica, questo fa sì che possano esserci situazioni in cui è possibile osservare la Luna piena ad una distanza minore rispetto al resto dell’anno. Il punto più lontano (apogeo) è di circa 405 mila chilometri, quello più vicino (perigeo) è di 363 mila chilometri. Questo significa che ogni mese il nostro satellite si avvicina e si allontana da noi di circa 50 mila chilometri. Si possono trovare in rete dati molto diversi sull’aumento in percentuale di grandezza e luminosità. Stando a quanto riportato dalla Nasa parliamo di una Luna più grande del 14%, con un incremento di luminosità del 30%.

Sicuramente capiterà di imbattersi in fotografie dove la Luna appare esageratamente sovradimensionata. Ormai è una tradizione mediatica, specialmente in rete. Per creare l'illusione di una «Superluna» basta usare un teleobiettivo e comporre la foto in modo tale che la luna appaia vicino a degli edifici. Se l’effetto non è soddisfacente la si può sempre ingrandire maggiormente con un programma di fotoritocco.

Occhi in alto: stanotte arriva la «Superluna». Ma resterete delusi, come sempre foto 1

Nasa | Superluna resa più "super" con una illusione ottica

Sicuramente la gravità lunare si farà sentire di più, per esempio sulle maree, ma questo impatto non sarà rilevante, come non lo è nei terremoti. Non è la prima volta che la cosiddetta «Superluna» viene accostata all’attività sismica. Inoltre, la Luna piena porta con sé una lunga lista di leggende e falsi miti: dall’aumento delle nascite a quello degli omicidi, per non parlare delle leggende più antiche sui licantropi.