Nutella, Pan di Stelle e Nutkao: la guerra delle creme spalmabili

Si pensava che il prodotto leader dell’industria Ferrero sarebbe rimasto il solo, nel mercato, ad avere numeri da capogiro. Invece nell’ultimo anno i consumatori si scoprono interessati anche ad altro

Se pensavate che la Nutella – fiore all’occhiello della Ferrero – sarebbe rimasta per sempre l’unica protagonista tra le creme spalmabili, vi sbagliavate: c’è un’altra azienda che ha iniziato la sua corsa per aggiudicarsi un posto di rilievo, vicino alla celebre industria di Alba.

Si tratta di Nutkao, con base operativa a Canove di Govone, in provincia di Cuneo, a pochi chilometri dallo stabilimento della Ferrero – le due località distano 14,3 chilometri.

Nutkao è un’azienda molto giovane che produce una crema spalmabile a base di cioccolato e nocciole. È nata nel 1982 da un’idea dell’imprenditore Giuseppe Braida. Nell’ultimo periodo sta registrando una crescita non indifferente e il merito sembra essere legato alla passione che gli italiani hanno per le creme spalmabili.

Dopo Nutella, infatti, altre due – oltre al fenomeno Nutkao – sono state le novità che hanno fatto impazzire i consumatori nel nuovo anno: la crema Pan di Stelle, fabbricata dal Gruppo Barilla, e quella prodotta con la stessa ricetta delle caramelle Rossana, per gli amanti del fascino retrò – il bonbon è stato inventato nel 1926.

Per capire quanto la Nutkao stia crescendo, si possono guardare i dati diffusi da Il Sole 24 Ore: «Nutkao ha ampliato l’area dello stabilimento piemontese, nato nel 2001, con un potenziamento, al 50% della sua capacità produttiva, a partire dall’anno scorso», si legge sul quotidiano economico.

«Conta una superficie coperta da 25 mila metri quadrati e sette linee di produzione, accanto a dodici linee di confezionamento e a un magazzino automatico per circa ottomila posti pallet». Con ricavi da 140 milioni di eur, oggi è presente in 70 Paesi nel mondo ed è partner, dall’Europa agli Stati Uniti, dei maggiori rivenditori al dettaglio.