Redditi dei politici: Conte dichiara 374 mila euro e una Jaguar, Salvini e Di Maio attorno ai 100 mila

Matteo Salvini per il 2017 ha dichiarato 102mila euro più vari titoli azionari. Di Maio poco meno: 98mila euro, così come il presidente della Camera Roberto Fico. 28.345 euro per Renzi. Supera Conte soltanto Giulia Bongiorno con un imponibile di 2.833.488 euro.

Sono stati resi pubblici sul sito parlamento.it i redditi di deputati, senatori, membri del governo, dirigenti e tesorieri di partito, secondo quanto stabilito dalla legge sulla trasparenza numero 13 del 21 febbraio 2014. Per quanto riguarda i politici con cariche governative, il premier Giuseppe Conte nel 2018 dichiara un reddito di 374.314 euro. Fra i beni del presidente del Consiglio, una Jaguar Xj6 del 1996. Non risulta, invece, che abbia partecipazioni in società.

Al contrario di Matteo Salvini, che, oltre aver incassato 102.402 euro per l’incarico di europarlamentare ricoperto nel 2017, è titolare di 3.500 azioni di A2A, 250 di Acea, 392 di Enel e 3.094 di Bg Selection, società lussemburghese di investimento. Inoltre Salvini ha dichiarato 13mila euro per altre attività.

Appena “più povero” il vicepremier e ministro del lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio che nel 2018 ha dichiarato un reddito di 98.471 euro, identico a quelli dichiarati nei due anni precedenti.

Il vicepremier ha anche la titolarità del 50% della società di famiglia Ardima Srl e la proprietà di una Mini Cooper del 1993. Praticamente identica cifra è stata percepita dal presidente della Camera Roberto Fico. Appena inferiore la dichiarazione dei redditi di Danilo Toninelli, ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture: 94.359 euro.

Fra le più importanti cariche dello Stato, la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati nel 2018 ha dichiarato un reddito di 414.206 euro. Tra i beni della presidente del Senato, un’abitazione a Cortina d’Ampezzo e partecipazioni in due società di Padova.

È però la ministra della Pubblica amministrazione Giulia Bongiorno, avvocato, a guidare la classifica della squadra di governo per quanto riguarda le dichiarazioni dei redditi presentate nel 2018 e relative al periodo d’imposta 2017: il suo imponibile, secondo quanto si legge sui documenti pubblicati online sul sito del Parlamento, è pari a 2.833.488 euro.

Secondo, nella speciale classifica all’interno del governo, si piazza il premier Giuseppe Conte, anche se ad una certa distanza dalla collega, con un imponibile come visto, pari a circa 370.314 euro. A chiudere il podio è il ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli con un reddito di a 211.845 euro.

In fondo alla graduatoria si trova invece la ministra della Difesa Elisabetta Trenta con 42.670 euro di reddito imponibile, appena sopra, al penultimo posto, il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti che registra un imponibile pari a 65.940 euro e il ministro dell’Economia Giovanni Tria, terzultimo, che ha dichiarato redditi per 88.574.

In mezzo, gli altri colleghi di governo: il titolare della Farnesina Enzo Moavero Milanesi ha dichiarato, sempre nel 2018, un reddito di poco più di 170 mila euro (170.395), seguito dal Guardasigilli Alfonso Bonafede con quasi 159 mila euro (158.982). Solo qualche gradino più sotto nella classifica la ministra della Salute Giulia Grillo con 124.369 euro.

Una cifra vicina a quella percepita da Luigi Di Maio, quella di altri colleghi di governo: sono 95.853 gli euro dichiarati dalla ministra per il Sud Barbara Lezzi, 95.852 quelli della ministra per gli Affari Regionali Erika Stefani, 95.371 quelli dichiarati dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa mentre il ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio ha dichiarato 94.945 euro e il ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro 93.437.

Il senatore Matteo Renzi, invece, nel 2018 ha dichiarato un reddito di 28.345 euro. Il reddito è riferito al 2017, quando Renzi non aveva incarichi: ha dato le dimissioni da presidente del consiglio nel dicembre 2016 ed è stato eletto al Senato nel marzo 2018. L’anno precedente, Renzi aveva dichiarato un reddito imponibile pari a 107.100 euro, in leggero aumento rispetto all’anno precedente, quando il reddito dichiarato era di 103.283 euro.

Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, per l’anno 2017 ha invece dichiarato una cifra vicina ai 40 milioni di euro (38.832.202.000). Decisamente inferiore il reddito di Giorgia Meloni, segretaria di Fratelli d’Italia: 97.235 euro e un contributo di 20mila euro per spese elettorali.

Leggi anche: