Massimo Bugani contro Salvini. Il volto storico del M5S: «Stupido è chi lo stupido lo fa»

di Redazione

In un lungo post su Facebook il vice capo della segreteria di Di Maio chiede al ministro dell’Interno di abbassare i toni e di respingere con forza ogni manifestazione di intolleranza e violenza. Il post si conclude con una citazione dal film «Forrest Gump»

«Sei ancora in tempo per dare un segnale chiaro». Suona quasi come un ultimatum. È l'appello che Massimo Bugani, vice capo della segretaria di Di Maio e referente del Movimento 5 Stelle per l'Emilia Romagna, rivolge a Matteo Salvini.

Il volto storico dei pentastellati scrive tutto su Facebook. Nessun nome, nessun riferimento diretto. Ma i fatti di cui parla sono chiari: «Se vai ad un evento in cui qualcuno dice che gli omosessuali sono malati, bisogna che tu intervenga per dire che i malati sono quelli che dicono quelle stupidaggini». Il collegamento è facile: Congresso delle Famiglie, Verona.

E ancora, le polemiche per la festa della Liberazione: «Se arriva il 25 aprile e si celebra la liberazione d'Italia, si celebra la liberazione d'Italia. Punto». Non mancano nemmeno riferimenti al caso che ha coinvolto Armando Siri, sottosegretario delle Infrastrutture e dei Trasporti. «Se un tuo sottosegretario è condannato per bancarotta fraudolenta e indagato per corruzione, bisogna che tu intervenga per rimuoverlo dall'incarico senza tergiversare».

Se vai ad un evento in cui qualcuno dice che gli omosessuali sono malati, bisogna che tu intervenga per dire che i…

Posted by Massimo Bugani M5S on Sunday, April 28, 2019

L'appello si chiude con la richiesta di fare qualcosa, di muoversi per cambiare la situazione che si sta creando nel dibattito politico: «Sei ancora in tempo per dare un segnale chiaro e per abbassare la tensione che sta crescendo ogni giorno. Creiamo le condizioni per riportare l'arte e la cultura al centro e allontaniamoci dallo stereotipo del "milanese imbruttito". Si può crescere con la poesia e con l'umanità ed è molto più bello che crescere con l'arroganza».

Oltre al testo, nel post c'è anche un immagine di Forrest Gump, il film del 1994 di Robert Zemeckis che ha conquistato sei premi Oscar. Nella scena il protagonista, interpretato da Tom Hanks, è seduto sulla sua panchina. Sullo sfondo una frase: «Stupid is as stupid does», «Stupido è chi lo stupido lo fa».