Tanti birrifici, poca birra. Gli italiani producono ma non bevono

Secondo il report 2018 di Unionbirrai, l’Italia è quarta in Europa per numero di birrifici, ma è sesta per quanto riguarda il consumo totale e ben lontana dalla Germania che è al primo posto

Chiara, rossa o scura che sia. Un calice di birra ci porta subito con la mente in Belgio oppure in Germania, all'Oktoberfest. Invece è la Cina la prima produttrice di birra al mondo con quasi 500 milioni di ettolitri, prodotti nel 2016. L'Europa è al secondo posto con 400 milioni.

Tra i Paesi europei l'Italia è decima: nel 2016 il nostro Paese ha prodotto 14,5 milioni di ettolitri di birra. È quanto emerge dal report 2018 realizzato da Unionbirrai in collaborazione con l'Università degli studi di Firenze-ObiAr (Osservatorio permanente sulla birra artigianale) e relativo al 2016.

Per quanto riguarda il numero di birrifici attivi, l'Italia è al quarto posto tra i Paesi europei con 757 birrifici. In testa la Gran Bretagna (2.250), seguita da Germania (1.408) e Francia (950). Ma quale Paese consuma invece più birra in Europa? 

È la Germania con i suoi 85,5 milioni di ettolitri, seconda la Gran Bretagna, terza la Spagna. Gli italiani sono al sesto posto: nel 2016 hanno consumato quasi 19 milioni di ettolitri di birra. In tutto gli europei hanno consumato 360 milioni di ettolitri di birra nel 2016. 

Come consumo annuo pro capite in testa c'è la Repubblica Ceca con 143 litri, seguita dalla Germania (104 litri/pro capite), dall'Austria (103 litri/pro capite), dalla Polonia (98 litri/pro capite).

L'Italia si attesta al trentesimo posto con 31 litri/pro capite. Dunque l'Italia pullula di birrifici di ogni tipo, ma gli italiani non sono dei grandi consumatori di birra rispetto ai loro vicini europei.

Leggi anche