Dall’Udeur alla Margherita, il primo consigliere della Lega in Molise ha cambiato 5 partiti

Ha fatto il suo ingresso nel partito del ministro dell’Interno dopo un passato da assessore ai Lavori pubblici

In principio fu il Partito Socialista, poi venne La Margherita e così l'Udeur. Alla fine, però, fu amore per Forza Italia A cui è rimasto fedele – così dice – per tredici anni, fino all'attuale, nuova svolta.

Ha continuato a saltare da un partito all'altro Alessandro Pascale, di Campobasso, ora primo consigliere comunale molisano in quota Lega. Ha fatto il suo ingresso nel partito del ministro dell'Interno dopo un passato da assessore ai Lavori pubblici. 

Dall'Udeur alla Margherita, il primo consigliere della Lega in Molise ha cambiato 5 partiti foto 1

Pascale dichiara di aver subìto il fascino del Carroccio, dopo tanti anni, perché la sua «fedeltà al centrodestra non è mai stata contraccambiata. Sono stato l'unico coerente rimasto col centrodestra anche quando la coalizione e il partito azzurro erano ai minimi termini».

L'ex assessore lamenta il fatto che, nonostante la sua fedeltà al partito, i coordinamenti delle attività sono sempre stati dati in mano a gente «che non rappresenta nulla sul territorio».

Per di più, secondo quanto lui stesso ha dichiarato al quotidiano online di Campobasso, Cb Live, alle elezioni politiche «sono stati scelti candidati dell'ultimo momento» e Pascale si sarebbe così ritrovato svantaggiato.

Il suo avvicinamento alla Lega parrebbe quindi una presa di posizione, in barba al centrodestra che non lo ha rispettato nei suoi anni di militanza perché, a suo dire, si tratta di «un partito giovane che ha dimostrato che si possono raggiungere grandi traguardi lavorando sul territorio».

Leggi anche