Juventus-Napoli, 4-3 al luna park. Decide l’autogol di Koulibaly al 92′

Gara clamorosa. Bianconeri avanti 3-0 e poi ripresi. Ma il finale ha il veleno dentro

Lo scontro diretto è un luna park di quelli con le giostre sempre in funzione, dove non serve l’insert coin per divertirsi ma, alla fine, qualcuno ci resta male. E quel qualcuno è il Napoli, che le prende di santa ragione per un tempo e più dalla Juve; va sotto 3-0, poi, però, la mette spalle al muro, impatta 3-3 e nel recupero viene tradito da un autogol di Koulibaly. Lo Stadium esplode al termine di una partita poco ‘italiana’, anche perché le difese a tratti imbarazzano.

https://twitter.com/SkySport/status/1167917343181164545?s=19

La Juve, Higuain e la sentenza

Il primo tempo è una mattanza bianconera con un Napoli troppo brutto per uscire indenne dallo Stadium. La Juve, con Sarri in tribuna e Martusciello in panchina, ingrana presto, anche se lo fa paradossalmente dopo una paratona di Sczezny su Allan. Dal successivo corner, e una pallonata in faccia a Bonucci, nasce un contropiede micidiale: Douglas Costa si fa tutto il campo e Danilo, entrano da 29 secondi al posto di De Sciglio, fa secco Meret (12′).

Il Napoli sbanda e due minuti dopo viene affossato da una giocata spettacolare dell’ex Higuain. Il Pipita, messo a più riprese sul mercato dalla Juve, aggira Koulibaly, lo salta secco e di esterno infila nell’angolo alto. Un capolavoro assoluto per l’ormai solito gol di Higuain contro il Napoli: il sesto in otto confronti. Poi Khedira esalta Meret, e poco dopo gli timbra la traversa.

La remontada… solo sfiorata

Quando poi Ronaldo fissa il 3-0 nella ripresa a Napoli e dintorni si teme l’arrivo del famoso sacco con i palloni dentro. Il pacco, in effetti, viene infiocchettato, ma lo offrono gli azzurri ai bianconeri. Che spariscono dal campo. In due minuti Manolas (di testa) e Lozano (molle De Ligt nell’occasione) rimettono in carreggiata fin troppo facilmente il Napoli. Ci pensa, poi, Di Lorenzo, a nove dalla fine, dopo un’altra traversa di Douglas Costa, a fare 3-3 sbucando alle spalle del solito, disattento De Ligt.

Il comeback è servito, il Napoli si gode i suoi tre nuovi acquisti (tutti a bersaglio), ma il finale è amaro. E la Juve trova per terra un gettone non ancora inserito nella macchina dei divertimenti: Koulibaly sbaglia intervento su crossa innocuo di Pjanic e fa secco Meret.

Vince la Juve 4-3 in una gara no per Koulibaly e De Ligt, considerati tra i difensori più forti al mondo. Luna Park chiuso, ma in questo campionato ci sarà da divertirsi.

Foto articolo: @sscnapoli – Twitter