Reddito di cittadinanza, presentate un milione e mezzo di domande (il Sud in testa)

Secondo dati dell’Inps 982 mila domande sono state accolte, 126 mila sono in lavorazione e 415 mila sono state respinte o cancellate

Secondo i dati dell’Inps, all’8 ottobre, un milione e mezzo di cittadini ha fatto domanda per il reddito di cittadinanza. Di questi, l’Inps informa che 982 mila domande sono state accolte, 126 mila sono in lavorazione e 415 mila sono state respinte o cancellate. 

Da aprile 2019 ad oggi 39 mila domande andate a buon fine sono cadute nel vuoto: tra i motivi troviamo la rinuncia del beneficiario (5%); la variazione della situazione reddituale (10%), la variazione della composizione del nucleo famigliare ad eccezione di nascita e morte (37%) e infine variazione congiunta della composizione e della situazione economica del nucleo famigliare (48%). 

Analizzando le domande pervenute per canale di trasmissione: il 79% viene trasmesso dai Caf e dai Patronati e solo il 21% dalle Poste Italiane.

Le regioni del Sud e delle Isole, con 849 mila domande erogate (56%), detengono il primato delle richieste pervenute. Al secondo posto troviamo le regioni del Nord, con 425 mila richieste andate in porto (28%), e infine le 249 mila del Centro Italia (16%). 

Dal mese di luglio, l’incremento del numero dei beneficiari rispetto al mese precedente risulta pari al 3% con un importo medio di poco superiore ai 470 euro. 

Leggi anche: