Bologna, case popolari agli stranieri: FdI fa un elenco in diretta video sui social

«Ci diranno che stiamo violando la privacy, ma non ce ne frega assolutamente nulla», ha affermato su Facebook il deputato di Fratelli d’Italia

Nomi e cognomi di famiglie di origine straniera sui citofoni di case popolari a Bologna citati in un video pubblicato sui social. Un elenco diffuso tramite una diretta Facebook condivisa dal deputato Galeazzo Bignami, ex Forza Italia da poco passato a Fratelli d’Italia, nel corso di un “blitz” nel quartiere Bolognina del capoluogo emiliano insieme a Marco Lisei, consigliere comunale ex Fi e ora anche lui passato a FdI. L’episodio, raccontato dall’edizione bolognese di Repubblica, risale a qualche giorno fa.

Scopo del video, spiegano gli esponenti di Fratelli d’Italia mentre filmano, è quello di mostrare, raccogliendo «segnalazioni dei cittadini», che i criteri di assegnazione degli alloggi favoriscono i cittadini stranieri.

I due parlano di «discriminazione» ai danni degli italiani. Quanto alla riservatezza, «ci diranno che stiamo violando la privacy – dice Bignami – ma non ce ne frega assolutamente nulla, perché se stai in un alloggio popolare e c’è il tuo nome sul campanello bisogna che ti metta nell’ottica che poi qualcuno può andare a vedere».

Un video che Open ha deciso di non condividere per tutelare la privacy dei cittadini. Le immagini mostrano i momenti in cui i due politici girano per le strade del quartiere periferico di Bologna inquadrando e leggendo ad alta voce i nomi presenti sui campanelli.

«Guardate cosa ci hanno segnalato gli abitanti della Bolognina», dice Bignami nella diretta Facebook dal quartiere bolognese. «Il Comune ha assegnato quasi esclusivamente agli stranieri immobili costruiti e ristrutturati con i soldi dei bolognesi».

Leggi anche: