Muore il rapper 21enne Cry Lipso, alcuni giorni fa era uscito il brano “Stasera muoio”

Il musicista è stato trovato senza vita nella casa di alcuni amici a Pistoia. La morte potrebbe essere dovuta a un’overdose di sostanze stupefacenti

È stato trovato morto nella sua casa di Pistoia il rapper emo punk Cry Lipso. Il musicista aveva 21 anni ed era un volto noto della scena underground toscana. L’allarme è stato dato dagli amici che lo ospitavano che, non vedendolo tornare, hanno allertato il 118, invano. 

Il pm Giuseppe Grieco ha disposto l’autopsia per chiarire le cause della morte, sospettando possa essere stata dovuta a un’overdose di sostanze stupefacenti. Solo due settimane fa, per un terribile scherzo del destino, era uscito il video del brano Stasera muoio, scartato dal suo ultimo disco. 

Gli amici: «Pietro era un ragazzo d’oro. Una fine così è ingiusta»

Documentiprego, alias Duccio Buonocore, ha commentato sui social la scomparsa dell’amico e collega: «Pietro era un ragazzo d’oro, chi lo conosce lo sa e non avrebbe mai il coraggio di negarlo: ha sempre fatto qualsiasi cosa per chi lo conosceva e ha messo l’anima nella sua musica finché ha potuto».

«Una fine così è ingiusta. So che la gente sarà pronta a puntare il dito per accusare lo stile di vita che conduceva, ma certe volte è giusto chiedersi il perché qualcuno arriva a fare certe cose», continua Buonocore. 

«Il suo ricordo – conclude – rimarrà per sempre legato a Firenze e su questo non c’è nulla da dire. A lui devo ciò che sono e ho perso un pezzo di cuore, ma lo sentirò sempre vegliare su di me. Per sempre nel mio cuore e di chi gli era vicino».

Leggi anche: