Conte a modo suo: «Non sono un leccaculo. Ai miei dico pure come fare sesso»

L’allenatore dell’Inter a tutto campo. Consigli anche su come fare l’amore

Lo racconta all’Equipe, Antonio Conte. Un manuale sulla sua vita, ma anche per i suoi calciatori nelle vicende di campo. E di letto. Si sente uno spirito libero, l’allenatore dell’Inter. «Non un leccaculo – ci tiene a sottolineare-. La competizione è una battaglia e quando si combatte è questione di vita o di morte. Solo uno resta in piedi e io faccio di tutto perché quell’uno sia la mia squadra».

Lezione di sesso

Conte il maestro di calcio, anche una specie di tutor del letto, perché il sesso per uno sportivo va gestito quando l’evento è vicino: «Quando si gioca i rapporti non devono durare a lungo, occorre fare il minor sforzo possibile. Motivo per il quale è meglio posizionarsi sotto il proprio partner. Preferibilmente poi con le proprie mogli, così non sei costretto a fare una performance eccezionale».

Conte fa pure il Nostradamus di se stesso: «Chiuderò presto la mia carriera perché vivo il mio lavoro in maniera troppo totalizzante. Nel calcio puoi fare tante cose, la sola che va evitata se non si vuole sacrificare la famiglia è decidere di intraprendere la carriera di allenatore».

Foto di copertina Ansa

Leggi anche: