Dati Censis: uno su quattro vuole l’Italiexit. E per il 70% c’è più razzismo

E il 50,9% di chi pensa che ci sia stato un aumento degli episodi di razzismo li attribuisce alle difficoltà economiche e all’insoddisfazione generale della gente

Ansia, incertezza, sfiducia. Sono gli stati d’animo degli italiani, fotografati dall’ultimo rapporto Censis. Il 48% degli italiani, praticamente uno su due, vorrebbe al potere un uomo forte.


Inoltre il 69,8% è convinto che nell’ultimo anno siano aumentati gli episodi di intolleranza e razzismo verso gli immigrati. Un dato confermato trasversalmente, con valori più elevati al Centro Italia (75,7%) e nel Sud (70,2%), tra gli over65 (71%) e le donne (72,2%).

Il 50,9% di chi pensa che ci sia stato un aumento degli episodi di razzismo li attribuisce alle difficoltà economiche e all’insoddisfazione generale della gente. Il 35,6% invece li motiva con l’aumento della paura di essere vittima di reati, il 23,4% ritiene che dipendano dal fatto che ci sono troppi immigrati e il 20,5% pensa che gli italiani siano poco aperti e disponibili verso i migranti.

Inoltre gli italiani che sia tornato l’antisemitismo. A pensarla così è il 58% della popolazione. La maggioranza degli italiani poi non vuole uscire dall’Unione europea. Anche se colpisce che un italiano su quattro invece sia favorevole all’Italexit. Il 49%, poi, si dice contrario alla riattivazione delle dogane alla frontiere interne della Ue, mentre il 32% le vorrebbe rimettere.

Leggi anche: