Manovra, Conte: «Accordo completo». Gualtieri: «Ridotta plastic tax, slitta quella sullo zucchero»

Il premier ha definito la manovra «articolata, efficace e che ha evitato l’aumento dell’Iva»: «Questo avrebbe prodotto una recessione economica con un aggravio sui conti e sul bilancio delle singole famiglie per oltre 500 euro»

Sono le 22 quando il premier Giuseppe Conte con il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, conferma l’accordo raggiunto nella maggioranza sulla prossima manovra economica, dopo un vertice-fiume tra le delegazioni dei partiti durato circa 14 ore.

Il premier ha definito la manovra «articolata, efficace e che ha evitato l’aumento dell’Iva»: «Questo avrebbe prodotto una recessione economica con un aggravio sui conti e sul bilancio delle singole famiglie per oltre 500 euro».

Più soldi alle famiglie numerose

«Daremo più soldi alle famiglie numerose, più soldi a tutti i cittadini. Distribuiremo, a consuntivo del 2020, ben 3 miliardi di super bonus. Per il semplice fatto di usare pagamenti digitalizzati – e ci imponiamo la possibilità di offrire a tutti un pagamento a commissioni ridotte – ci sarà la possibilità di vedersi restituiti 3 miliardi di super bonus a partire da fine anno».

«Abbiamo eliminato il super ticket per tutte le famiglie, abbiamo elaborato un taglio del cuneo fiscale a beneficio dei lavoratori e incrementato il fondo per persone con disabilità» ha aggiunto.

Video Agenzia Vista

Sugar e plastic tax

Tra le misure più discusse spiccano quelle della sugar tax, della plastic tax e di una tassa sulle auto aziendali. «Nessuno dica che siamo il governo delle tasse. Azzerata la tassa sulle auto aziendali, riviste sugar tax e plastic tax. Nel caso della plastica, la tassazione – ridotta dell’85% – partirà dal 1° luglio dando tutto il tempo alle aziende per adottare strategie imprenditoriali conseguenti a questo nostro segnale politico. La sugar tax, invece, è stata rinviata all’1 ottobre».

Più soldi anche per i vigili del fuoco «tanto amati dai cittadini» (65 milioni nel primo anno «e poi a salire negli anni successivi») e massima attenzione a «un’Italia più verde». Presto, ha concluso, arriveranno anche «altre riforme«, oltre a quella del processo civile. «Dobbiamo recuperare il ritardo, dobbiamo marciare più speditamente nella giusta direzione» ha concluso Conte (che oggi ha incontrato Sergio Mattarella per un colloquio «già programmato, che rientra nelle abitudini che abbiamo con il Capo dello Stato»). Adesso la palla passa al Parlamento.

Gualtieri su plastic e sugar tax

«Ci siamo rimboccati le maniche – ha detto Gualtieri – e abbiamo trovato delle soluzioni: da un lato abbiamo salvaguardato l’impianto della manovra, ma siamo riusciti a intervenire per migliorare misure come auto e plastica che devono avere un incentivo di sostegno all’economia».

«La misura della plastica esclude tutta la componente riciclata – ha aggiunto il ministro dell’Economia – diventando un sostegno per l’economia circolare. Sulle auto aziendali, la misura non determinerà nessun aumento delle imposte per i cittadini ma un incentivo all’uso di veicoli meno inquinanti. Sulla sugar tax, invece, abbiamo deciso di dare più tempo al settore, per immaginare una misura più leggera sul settore, che disincentivi il consumo di bibite zuccherate».

Le altre misure

Bonus Befana dal 2021 – «Più soldi a tutti i cittadini», perché «distribuiremo a consuntivo del 2020 ben 3 miliardi di super bonus per il semplice fatto di usare per gli acquisti pagamenti digitalizzati e la moneta elettronica. Ci sarà la possibilità di veder restituiti ben 3 miliardi di super bonus della befana che scatterà quindi nel 2021», asicura Conte. 

Vigili del fuoco – Per i Vigili del Fuoco ci saranno 65 milioni nel primo anno e poi a salire negli anni successivi.

Terzo settore – Per il 5 per mille per il terzo settore ci saranno i primi dieci milioni nel 2020, che potranno aumentare.

Video copertina Agenzia Vista

Leggi anche: