Roberto Gualtieri

ROBERTO GUALTIERI - ROMAOpen | Roberto Gualtieri è un politico, storico e professore associato di Storia contemporanea all’Università degli Studi La Sapienza di Roma. Ha ricoperto la carica di ministro dell’Economia e delle Finanze del Governo Conte II ed è in corsa per la carica di sindaco di Roma.

Roberto Gualtieri ha vinto le primarie del centrosinistra tra non poche polemiche, con l’indecisione di Nicola Zingaretti – tentato dai vertici Dem a candidarsi a Roma – e gli attacchi dell’ex compagno di partito, Carlo Calenda, che ha più volte sottolineato le criticità del processo decisionale interno al Partito Democratico. Alla fine, l’ex ministro dell’Economia ha vinto la competizione, staccando il pass del centrosinistra per la corsa al Campidoglio: 45 mila voti in totale, il 60% è stato per Roberto Gualtieri sindaco.

Chi è Roberto Gualtieri?

Romano di nascita, Gualtieri è cresciuto nel quartiere Monteverde. Ha 54 anni, una moglie e un figlio. Professore associato in Storia contemporanea all’Università La Sapienza di Roma dal 2012, Gualtieri ha fatto studi umanistici. Maturità classica al liceo Ennio Quirino Visconti, laurea in Lettere con voto di 110 e lode e un dottorato di storia contemporanea a San Marino con una tesi dal titolo Commercio estero e sviluppo. La politica commerciale e valutaria italiana e l’integrazione europea (1946-50).

Uno dei padri fondatori del Pd

Gualtieri si avvicina alla politica sin dall’adolescenza. Entrato a far parte della Federazione giovanile comunista italiana, nel 1985 si è iscritto al Partito comunista italiano. Ha militato nei Democratici di sinistra. È stato uno dei padri fondatori del Pd: nel 2006 ha fatto da relatore al convegno di Orvieto, è stato nominato da Romano Prodi nella commissione dei “saggi”, ha contribuito alla scrittura del Manifesto dei valori e, nel 2008, è entrato a far parte della Direzione nazionale del partito. Prima della candidatura a sindaco di Roma, ha ricoperto l’incarico di ministro dell’Economia nel governo Conte II. È stato eletto tre volte all’europarlamento, prima di lasciare il seggio e tornare nei palazzi romani. In seguito alle dimissioni di Paolo Gentiloni, Gualtieri è stato candidato ed eletto alle suppletive della Camera – il primo marzo 2020 – per il collegio uninominale Lazio 1.

In evidenza

Temi correlati