Aereo scomparso in Cile: trovati resti umani in mare

L’amministratore della regione meridionale cilena di Magallanes ha chiesto ai media di essere rispettosi con le famiglie delle vittime visto che esiste una speranza di «trovare vivi alcuni dei passeggeri»

Sono stati rinvenuti nel Mar di Drake, dall’unità della Marina cilena “Marinero Fuentealba”, alcuni resti umani e parti dell’aereo militare C-130 scomparso dai radar, nella notte tra lunedì e martedì. A bordo c’erano 38 persone.


Secondo la radio BioBio, si tratterebbe dei resti di almeno cinque passeggeri oltre a numerosi relitti del velivolo.

L’amministratore della regione meridionale cilena di Magallanes, José Fernández, confermando la notizia, ha rivolto un appello ai media chiedendo di essere rispettosi con le famiglie delle vittime visto che esiste una speranza di «trovare vivi alcuni dei passeggeri».

Il presidente del Brasile Jair Bolsonaro, via Twitter, ha annunciato che la nave della Marina brasiliana “Almirante Maximiano” avrebbe trovato «oggetti personali e relitti compatibili» con il C-130 cileno.

Questo materiale, ha precisato il capo dello Stato, si trovava a circa 280 miglia nautiche (518 chilometri) da Ushuaia, in Argentina.

Foto in copertina: Ansa

Leggi anche: