Casapound, la rivincita su Facebook. Il giudice ordina la riattivazione della pagina

Lo scorso 9 settembre la pagina ufficiale dell’associazione era stata disattivata, così come tutte quelle legate al movimento e quella di Forza Nuova

Facebook dovrà rimettere online la pagina di Casapound. Lo ha deciso il Tribunale civile i Roma che ha accolto il ricorso dell’associazione dopo la disattivazione della pagina ufficiale il 9 settembre scorso per violazione delle «regole della comunità».

La giudice Stefania Garrisi ha quindi ordinato ai responsabili del social network «l’immediata riattivazione della pagina dell’Associazione di promozione sociale CasaPound», oltre al profilo personale di Davide Di Stefano, che ne era amministratore.

Nella sentenza è stata poi fissata una penale di 800 euro per ogni giorno di ritardo da parte di Facebook, oltre alla rifusione delle spese di giudizio di 15mila euro.

Leggi anche: