Genova, maestre fanno dipingere sardine in asilo nido: è polemica

A denunciare i fatti sono state le consigliere di centrodestra Marta Brusoni (Vince Genova) e Lorella Fontana (Lega)

Hanno meno di 3 anni i bimbi che hanno disegnato delle sardine a scuola per la manifestazione che si è svolta in piazza De Ferrari, a Genova, il 28 novembre scorso. Compito, assegnato dalle maestre, che ha fatto scoppiare la polemica.

Chi ha denunciato i fatti

A denunciare sono state le consigliere di centrodestra Marta Brusoni (Vince Genova) e Lorella Fontana (Lega), raccontando in Consiglio comunale l’accaduto. Le due hanno chiesto di prendere provvedimenti contro chi gestisce la struttura scolastica.

«Usare dei minori per finalità politiche è qualcosa di meschino e non tollerabile. Un’azione inaccettabile su cui mi aspetto vengano prese delle misure!» ha scritto Marta Brusoni su Facebook.

Dello stesso avviso Lorella Fontana che ha parlato di «un fatto gravissimo sul piano pedagogico»: «I bambini devono essere lasciati rimanere tali e non mescolarli in assurde politicizzazioni».

La Lega chiede una commissione

L’attività di laboratorio, anche se realizzata dalle maestre dopo aver chiesto l’autorizzazione dei genitori, è all’attenzione del Comune. All’interrogazione ha risposto l’assessore alla Cultura Barbara Grosso, in vece del vicesindaco Stefano Balleari, che ha deciso di «convocare i responsabili della cooperativa per affrontare e comprendere la dinamica dei fatti accaduti».

Il gruppo consiliare della Lega ha richiesto una commissione sull’argomento.

Leggi anche: