‘Ndrangheta, Valle d’Aosta: presidente Fosson indagato per voto di scambio

L’inchiesta riguarda il condizionamento delle elezioni regionali del 2018

Il presidente della Regione Valle d’Aosta, Antonio Fosson, è indagato per scambio elettorale politico mafioso nell’ambito di un’inchiesta condotta dalla Dda di Torino sul condizionamento delle elezioni regionali 2018 in Valle d’Aosta da parte della ‘ndrangheta.


E’ quanto scrive l’agenzia Ansa. Oltre a Fosson sono indagati, per lo stesso reato, anche alcuni assessori e consiglieri regionali. L’indagine è stata svolta dai carabinieri di Aosta.

Il 4 maggio 2018 l’allora «presidente della Regione autonoma Valle d’Aosta» Laurent Viérin «nonché prefetto in carica, ha incontrato uno degli esponenti di vertice del ‘locale’ di Aosta», Roberto Di Donato, «presso l’abitazione di Alessandro Giachino» ad Aymavilles.

I carabinieri del Reparto operativo del Gruppo Aosta lo riportano nell’annotazione dell’inchiesta Egomnia sulle elezioni regionali del 2018. L’incontro a fini elettorali, documentato dagli investigatori con alcune fotografie, è durato un’ora circa.

Leggi anche: