Il M5s molla Lannutti: «Basta polemiche, il presidente della commissione Banche sarà deciso con gli alleati»

Cade l’ipotesi di candidare il senatore grillino per la commissione sulle banche

Il M5s prova a spegnere le polemiche che stanno montando sulla candidatura di Elio Lannutti alla presidenza della commissione sulle Banche, in un momento reso ancor più infuocato con il salvataggio varato quattro giorni fa dal Consiglio dei ministri della Popolare di Bari, che già ha fatto scontrare la maggioranza.

Troppo controversa e imbarazzante la figura di Lannutti per valere una difesa che mettesse ancora una volta in crisi i rapporti interni all’esecutivo. Nonostante ancora oggi il senatore si dicesse certo della sua posizione, forte del sostegno di Luigi Di Maio. Così in una nota, il M5s ha scaricato il senatore: «Il gruppo parlamentare del M5S ha la piena autonomia nell’indicare un nome per la presidenza della commissione d’inchiesta sulle banche. Ad ogni modo il nome del presidente, di una commissione che dovrà nascere il prima possibile, sarà frutto di un accordo di maggioranza. Stop alle polemiche, pensiamo a lavorare con responsabilità».

Leggi anche: