Sardine, in migliaia in piazza a Cesena nel giorno del comizio di Salvini – Le immagini

Mentre Salvini parlava dal palco di Confcommercio e poi a una folla di circa 600 persone, le sardine cantavano «Cesena non si lega». «Piadania libera» sugli striscioni

Ormai è quasi diventata una prassi: per ogni comizio di Matteo Salvini viene organizzata in parallelo una manifestazione delle sardine. È quanto avvenuto oggi a Cesena, dove migliaia di persone – 5mila secondo gli organizzatori – si sono ritrovate in piazza del Popolo, a circa 300 metri dal luogo in cui si trovava il leader della Lega per la campagna elettorale in vista delle elezioni regionali in Emilia Romagna.

Mentre l’ex vicepremier parlava dal palco di Confcommercio, nella sede di via Giordano Bruno, e poi a una folla di circa 600-700 persone, secondo Cesena Today, le sardine cantavano «Cesena non si lega».

«Piadania libera», si leggeva sugli striscioni, nel tentativo di fondere il nome di una pietanza tipica e quello del territorio che un tempo Salvini voleva «liberare». «Auguriamoci tutti insieme un futuro di solidarietà, accoglienza, rispetto, diritti, inclusione, non-violenza, antifascismo», avevano scritto gli organizzatori dell’evento su Facebook.

L’appuntamento del 19 gennaio

I volti più noti del movimento battezzato nel capoluogo emiliano erano assenti alla manifestazione di Cesena ma la dirigenza ha fatto sapere che il 19 gennaio le sardine torneranno a Bologna «con un grande evento destinato a rimanere nella storia».

Questo, secondo quanto si apprende dalla pagina Facebook del movimento, sarà «dedicato all’Emilia Romagna, alla sua cultura e al suo saper coniugare benessere e solidarietà, dialogo e ascolto».

Fonte immagine di copertina: Twitter/Elena_giusini

Leggi anche: