Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Ciro Immobile in campo con Noemi, la bimba ferita nell’agguato di Napoli

Con Noemi, che ha ricevuto la maglia del Napoli dal capitano Lorenzo Insigne, c’erano anche papà Fabio e mamma Tania

Ciro Immobile entra in campo allo stadio Olimpico, prima di LazioNapoli, e tiene per mano una bimba. Si chiama Noemi ed è la piccola rimasta ferita, per errore, lo scorso 3 maggio, nel corso di un agguato a Napoli, in piazza Nazionale. Con Noemi, che ha ricevuto la maglia del Napoli dal capitano Lorenzo Insigne, c’erano anche papà Fabio e mamma Tania.


A volere fortemente questa uscita è stato il presidente della Lazio, Claudio Lotito, che mira a far diventare il suo club, già insignito della qualifica di ente morale dal 1921, un punto di riferimento nella difesa di chi ha subito violenza o è stato vittima di razzismo.


Non è la prima volta che accade: il 7 dicembre scorso, ad esempio, nel corso di Lazio-Juventus, il club ha ospitato il piccolo Christy (bimbo di origini africane, ferito nel 2015 da un gruppo di terroristi e portato in Italia, su volere di Papa Francesco, per curarsi) inaugurando il progetto “I bambini non si toccano”.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: