Libano: scontri nel centro di Beirut, oltre 400 feriti – Video

Il presidente Michel Aoun ha ordinato all’esercito di ristabilire la calma

Quella di ieri è stata la giornata più violenta dall’inizio delle contestazioni in Libano contro il governo. Il nuovo bilancio della Croce rossa libanese e della protezione civile parla di 377 persone ferite e ricoverate in ospedale.

Sabato i manifestanti sono partiti da vari punti della capitale in una marcia verso il centro città con lo slogan: «Non pagheremo il prezzo».

Centinaia di manifestanti si sono confrontati duramente con gli agenti di polizia in tenuta anti-sommossa, che hanno risposto sparando lacrimogeni e usando gli idranti per disperderli.

Alcuni giornalisti e cameraman sono stati colpiti dagli agenti di polizia, secondo quanto riferiscono i media locali libanesi.

Il presidente Michel Aoun ha ordinato all’esercito e ai comandanti della sicurezza di ristabilire la calma, mentre Saad Hariri, che ha rassegnato le dimissioni da Primo Ministro a ottobre, ha affermato che la violenza ha minacciato la pace civile. «È una scena folle, sospetta e da respingere», ha scritto su Twitter l’ex premier.

Da metà ottobre sono in corso proteste popolari in Libano contro il sistema politico e la corruzione.

Immagine di copertina – Twitter @amna_news

Leggi anche: