Calabria, con case di lusso e Ferrari percepivano il reddito di cittadinanza: 274 persone denunciate

In 237 lo avrebbero percepito ingiustamente, denunciati anche 73 sottoscrittori di Dsu

Percepivano il reddito di cittadinanza, quando in realtà nascondevano un vero tesoro: una Ferrari parcheggiata in garage, auto di lusso, ville, appartamenti in zone lussuose della città. Nella Locride, 237 persone hanno approfittato della misura, intascando complessivamente circa 900mila euro.

Tra loro presunti affiliati e boss della criminalità organizzata. L’indagine è stata condotta dalla guardia di Finanza nel corso di altre verifiche sui lavoratori agricoli a caccia di “falsi braccianti”, fenomeno comune in Calabria.

I finanzieri hanno trovato i componenti di intere famiglie che risultano legate alla ‘ndrangheta, molti dei quali arrestati. In alcuni casi, falsificavano la documentazione – specie le informazioni sul nucleo familiare – per accedere alla card gialla.

Ora, i 237 soggetti sono stati denunciati – rischiano pene da due ai sei anni -, insieme a 73 sottoscrittori di Dsu – il documento che attesta l’idoneità per percepire il reddito di cittadinanza.

Leggi anche: