Coronavirus, Barcellona-Napoli di Champions a porte chiuse: gli azulgrana perdono 4,5 milioni di euro

Decisione ufficiale: vince la proposta della Generalitat de Catalunya

Niente tifosi sugli spalti. Barcellona-Napoli, ritorno degli Ottavi di finale di Champions League del prossimo 18 marzo, si giocherà a porte chiuse nell’ambito delle misure di contrasto al diffondersi del Coronavirus. L’ufficialità è arrivata stamattina a margine di una riunione istituzionale che ha accolto la richiesta della Generalitat de Catalunya.

Il Barcellona aveva spinto perché si giocasse con gli spettatori regolarmente sulle tribune, ma ha ovviamente subito accettato i superiori ordini di sicurezza imposti dall’alto.

Il danno economico, secondo quanto riportato dai media vicini ai blaugrana, si attesterebbe intorno ai 4,5 milioni di euro tra restituzione dei biglietti già venduti e quelli invenduti ancora a disposizione.

Il passaggio del turno (si parte dall’1-1 dell’andata) mette in palio 10,5 milioni di euro. Ma anche in Catalogna le precauzioni da coronavirus si sono alzate nelle ultime ore. E non ci sono introiti che tengano.

Foto di copertina Ansa

Leggi anche: