“The Ickabog”, la favola inedita di J.K.Rowling che si può leggere gratis su internet

Un libro, scritto più di dieci anni fa, ma messo a disposizione ora per tenere compagnia ai bimbi alle prese con le restrizioni per il Covid-19

«Ho un piccolo annuncio da fare, ma prima di farlo vorrei evitare possibili confusioni: non è uno spin-off di Harry Potter». Con queste (inevitabili) parole, la scrittrice della saga del mago di Hogwarts ha presentato su Twitter la sua inedita creatura letteraria: “The Ickabog”. Una favola messa a disposizione, gratuitamente su internet, per tutti i bambini che sono ancora alle prese con le restrizioni da Coronavirus.

Come spiega la stessa Rowling, la fiaba è stata scritta più di dieci anni fa, quando la scrittrice aveva bisogno di prendersi una piccola pausa da Harry. Finora era rimasta negli scaffali della sua casa nella periferia di Edimburgo, a lettura esclusiva dei suoi 3 figli. Ora, data la situazione particolare in cui sono costretti i bambini di buona parte del mondo, Rowling ha avuto l’idea di rendere il testo disponibile e, nelle settimane appena trascorse, ha lavorato a degli accorgimenti («i primi due lettori di Ickabog mi hanno raccontato cosa ricordavano da quando erano piccoli e mi hanno chiesto di inserire parti specifiche di loro gradimento»). Finalmente, ora il libro sarà disponibile per tutti e tutte.

Tutti i diritti d’autore, quando sarà pubblicato, andranno a persone e categorie particolarmente colpite dalla pandemia da Coronavirus. I primi due capitoli sono già disponibili da ieri, 26 maggio, sul sito theickabog.com. Sulla stessa piattaforma saranno pubblicati serialmente tutti gli altri, fino alla data del 10 luglio. Ma i bambini non saranno solo coinvolti nella lettura: J.K.Rowling ha messo su una vera e propria chiamata alle arti, chiedendo ai bambini di illustrare loro stessi la favola.

«Mi piacerebbe che i bambini illustrassero il libro per me!», ha scritto su Twitter. I disegni più belli verranno inseriti nel libro non appena uscirà. Per il momento il testo disponibile sul sito è solo in inglese, ma è già in programma la messa online di varie traduzioni – oltre che un ebook, un libro in formato cartaceo e un audiolibro.

Di cosa parla The Ickabog

Screen del primo capitolo di The Ickabog

«C’era una volta un piccolo Paese chiamato “Cornucopia”, che per secoli era stato governato da una lunga dinastia di Re dai capelli biondi. Al tempo di cui scrivo, regnava Re Fred il Temerario. Aveva annunciato di chiamarsi “Il Temerario” il giorno stesso della sua incoronazione, in parte perché…». Inizia così il primo capitolo del libro, intitolato King Fred the Fearless.

The Ickabog «è una storia sulla verità e l’abuso di potere», ha spiegato J.K Rowling. «Ma essendo stata scritta più di un decennio fa, non consideratela come una risposta a tutto ciò che sta accadendo nel mondo in questo momento».

«I temi sono senza tempo e potrebbero riferirsi a qualsiasi epoca o Paese», ha sottolineato Rowling, probabilmente per assicurarsi che il testo non venisse associato alle critiche che aveva mosso la stessa scrittrice ai comportamenti di Dominc Cumming (scoperto ad aver violato la quarantena nonostante fosse stato trovato positivo al Covid-19). Rowling aveva accennato alla storia già in passato, parlandone nel 2009 come una «fiaba politica … per i più piccoli».

Leggi anche: