Estorsioni e riciclaggio: arrestato l’ex senatore Sergio De Gregorio

Sono 9 in tutto le misure cautelari eseguite questa mattina dalla Squadra mobile di Roma. Tra questi anche De Gregorio, non nuovo a problemi con la giustizia

Sergio De Gregorio, ex senatore del Popolo della Libertà, è stato arrestato dalla Squadra mobile di Roma per un presunto giro di estorsioni e riciclaggio. Lo scrive l’agenzia di stampa Ansa, citando fonti della polizia. Sono nove in tutto le misure cautelari eseguite questa mattina, 3 giugno. Per De Gregorio è scattata la misura cautelare in carcere. Nell’ambito della stessa operazione è stato disposto il sequestro preventivo di quote sociali, conti correnti e beni che facevano parte del patrimonio aziendale di alcune società per un valore di 480mila euro.

Chi è Sergio De Gregorio

Sergio De Gregorio, nato a Napoli nel 1960, è un giornalista ed ex senatore del Popolo della Libertà. Non è nuovo a problemi con la giustizia: nel 2012 viene indagato per truffa e false fatturazioni per un’inchiesta sui finanziamenti al quotidiano L’Avanti! insieme a Valter Lavitola. Poi l’accusa di essere stato corrotto con 3 milioni di euro per passare al centro-destra nel 2007, votando contro la fiducia al governo Prodi II durante la crisi del febbraio 2007 (l’anno prima era stato eletto, in Parlamento, con l’Italia dei Valori).

E non è finita qui: nel 2013, parlando del suo coinvolgimento nell’inchiesta sulla presunta compravendita dei parlamentari, De Gregorio ha ammesso di aver incassato due milioni di euro in nero e dunque di aver commesso un reato.

Leggi anche: