Dopo 57 anni da “I have a dream” il figlio e la nipote di Martin Luther King tornano sul palco di Washington – Il video

Il 28 agosto 1963 davanti al Lincoln Memorial di Washington Martin Luther King ha scandito delle parole per cui i suoi eredi lottano ancora oggi

Sono passati 57 anni da quando Martin Luther King a Washington ha cominciato a scandire il suo discorso più celebre: «I have a dream». 57 anni dopo quel sogno però non sembra essersi affatto realizzato. 57 anni anni dopo Martin Luther King III e Yolanda Renee King, figlio e nipote del leader che ha lottato contro le ingiustizie razziali negli Stati Uniti sono ancora in marcia per le stesse battaglie.

Questa volta insieme a loro c’è però anche il movimento Black Lives Matter che Martin Luther King III ha definito come la verà eredità lasciata da suo padre: «Un’incarnazione di quello che mio padre chiamava coalizione di coscienza e se andiamo avanti così completeremo il lavoro così coraggiosamente iniziato negli anni sessanta da lui».

Leggi anche: