Alitalia, da ottobre stop ai voli da Malpensa. L’assessora alle Infrastrutture: «Scelta pessima, disimpegno inaccettabile»

Il 30 settembre, il volo che si alzerà nei cieli lombardi diretto alla volta dell’aeroporto romano di Fiumicino potrebbe essere l’ultimo, dopo oltre settanta anni di tratta

Dal prossimo primo ottobre Alitalia non volerà più dall’aeroporto di Milano Malpensa. Dall’inaugurazione dello scalo nel 1948 è la prima volta che la compagnia di bandiera non parte coi suoi velivoli da qui. Stando a quanto circolato in ambienti aeroportuali, gli ultimi due voli della compagnia, che collegano lo scalo della provincia di Varese a Roma Fiumicino, saranno infatti cancellati e, per il momento, non riprogrammati nemmeno da Linate.

Ne consegue che, il 30 settembre, il volo che si alzerà nei cieli lombardi diretto alla volta dell’aeroporto romano di Fiumicino potrebbe essere l’ultimo, dopo oltre settanta anni di tratta. Alla base della decisione potrebbe esserci la mancata ripresa del traffico intercontinentale. In realtà Qualche anno fa, nel 2017 ci fu una simile interruzione ma il collegamento fu poi ripristinato nell’aprile 2018 con quattro voli al giorno. Nell’ultimo periodo, a causa dell’emergenza da Coronavirus, quei voli sono stati ridotti a due.

«Accolgo con rammarico la notizia – ha detto l’assessora alle Infrastrutture della Lombardia Claudia Maria Terzi -. È una scelta scelta pessima che mal si concilia con gli ingenti aiuti di Stato, pagati anche dalle tasse dei lombardi, incassati negli anni dalla compagnia. Auspico un ripensamento: questo disimpegno è emblematico e inaccettabile».

Leggi anche: