Migranti, Von der Leyen zittisce l’eurodeputato di estrema destra che la contesta a Bruxelles – Il video

La presidente della Commissione Ue non si è lasciata intimidire. E ha ricordato come ogni essere umano abbia una «dignità solenne che non può essere toccata», indipendentemente dalla sua provenienza geografica

«Noi siamo convinti che ogni essere umano abbia una dignità solenne che non può essere toccata. Mentre l’estrema destra pensa che ci siano diversi tipi di esseri umani: “noi” e “loro”. E “loro” devono essere fronteggiati con l’odio». Ursula Von der Leyen, presidente della Commissione Ue, dopo aver proposto di abolire il regolamento di Dublino, ha replicato senza mezzi termini alle posizioni dei sovranisti sull’immigrazione, durante l’assemblea plenaria del Parlamento europeo che si è tenuta il 16 settembre.


A quel punto Jörg Meuthen, leader di Alternative für Deutschland, si è innervosito e ha interrotto il discorso della presidente. Ma lei non si è lasciata intimidire: «Quello che dico la fa arrabbiare, si vede che si sente toccato nel vivo. Siamo profondamente diversi e lei deve accettarlo, questa è la democrazia. Noi vogliamo un approccio costruttivo per le migrazioni. Ogni anno due milioni di persone vengono in Europa, 140mila sono profughi. Dovremmo saper gestire questi numeri, sono la normalità».

Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Leggi anche: