Il Nobel 2020 per l’Economia a Paul R. Milgrom e Robert B. Wilson per i miglioramenti alla Teoria delle Aste

Il premio è l’ultimo a essere annunciato quest’anno

Il Nobel per l’Economia è stato assegnato quest’anno a Paul R. Milgrom e Robert B.Wilson per i miglioramenti ottenuto nella teoria delle aste e per l’invenzione di nuovi formati. «Le aste sono ovunque e influenzano la nostra vita quotidiana. I vincitori di quest’anno, Paul Milgrom e Robert Wilson, hanno migliorato la teoria delle aste e inventato nuovi formati di aste, a vantaggio di venditori, acquirenti e contribuenti in tutto il mondo», ha affermato l’accademia.


«Le aste sono ovunque. La gente usa le aste per comprare e vendere oggetti sui siti Internet», spiega la Royal Academy svedese. «I mercati dell’elettricità sono organizzati come aste. Le attività finanziarie, le quote di emissioni di CO2», ha chiarito l’accademia durante l’annuncio del Nobel. Ma le motivazioni delle persone nelle aste variano. «Alcuni venditori vogliono massimizzare i ricavi, ma altri hanno altri obiettivi: utilizzare le aste come strumento, forse per ridurre le emissioni o massimizzare il valore pubblico».

I vincitori

Paul Milgrom e Robert Wilson, 72 e 83 anni sono due economisti statunitensi esperti di aste. Wilson, con i suoi studi ha mostrato «perché gli offerenti razionali tendono a fare offerte al di sotto della loro migliore stima del valore comune: sono preoccupati per la maledizione del vincitore, cioè di pagare troppo e perdere».

Leggi anche: