Francia, un sessantenne muore di rabbia dopo il morso di un pipistrello: Gli scienziati. «È rarissimo»

di Redazione

L’animale viveva nel granaio della vittima. Per gli scienziati è la prima volta in assoluto che si verifica un episodio simile

Un uomo di circa sessant’anni è morto in Francia dopo essere stato graffiato o morso da un pipistrello. Sarebbe stato ucciso dalla rabbia trasmessagli dall’animale che si nascondeva nel suo granaio. La dinamica è stata ricostruita grazie alle analisi realizzate dall’Institut Pasteur. Per gli scienziati è la prima volta in assoluto che si verifica un episodio simile nella Francia continentale. Oltretutto il decesso non è proprio recente, ma risale all’agosto del 2019. Le modalità della morte sono state riconosciute solo ora.


Alla base del decesso, un’encefalite acuta. Secondo gli esperti si tratta di un caso rarissimo ed eccezionale. Un gemellaggio tra l’ospedale parigino Necker e L’Istituto Pasteur ha permesso l’identificazione delle cause di encefalite non documentate. Da qui l’analisi genetica di campioni post mortem. Accertamenti che hanno dimostrato che l’uomo ha contratto un lyssavirus, l’European Bat LyssaVirus di tipo 1 (EBLV-1), presente nei pipistrelli.

Leggi anche:

Redazione