Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Addio Yahoo Answer. Ecco le ultime cose che potete fare prima che chiuda la piattaforma

Fino al 30 luglio sarà possibile scaricare i propri dati. Dal 20 aprile invece non si potranno più fare domande o dare risposte

Leggete l’ultima domanda. Salvate l’ultima risposta. Il 4 maggio quest’anno internet non celebrerà solo la giornata dedicata alla saga di Star Wars, May the Fourth Be With You, ma anche l’ultimo giorno di attività di Yahoo Answer, la piattaforme per fare domande e ricevere risposta di proprietà di Verizon Media Group. L’annuncio si può leggere ben chiaro in testa alla home page, con un comunicato che rimanda anche a una pagina di FAQ.


Cos’è Yahoo Answer?

Ci sono sempre state tre categorie di utenti su Yahoo Answers: quelli che facevano le domande, quelli che rispondevano e quelli che cercavano domande e risposte già fatte. Lanciato nel 2005 questa piattaforma è stata per anni il faro per chi si è bloccato davanti a dubbi di ogni tipo, da comuni intoppi informatici a complessi dilemmi esistenziali. Mentre gli altri social e forum sfornavano ogni anno nuove grafiche e opzioni orientate a catalizzare la nostra attenzione, Yahoo Answer è rimasto fedele a se stesso. Fermo nella grafica e nelle funzioni da quasi 16 anni.


Come funziona

Il funzionamento di Yahoo Answer è (meglio era) immediato. Si crea un account, si setta un profilo e poi si può cominciare a fare qualsiasi tipo di domanda al resto degli utenti oppure si può rispondere alle domande fatte da altre. C’è una sezione Discover in cui vengono presentate le domande che stanno creando più interazioni e poi delle sotto-sezioni divise per argomento. Per rispondere non è richiesta alcuna competenza di base. Chiunque può dare il suo parere, poi saranno gli altri utenti a decidere se si tratta di una risposta valida o meno. Più voti si hanno dagli altri utenti, più punti si guadagnano.

Negli anni in molti hanno deciso di dare sfogo alla loro voglia di aiutare gli altri (o di manifestare la loro saccenza, fate voi). In home page si può trovare una classifica degli utenti che nel corso del tempo hanno guadagnato più punti. Un abbraccio a conle39 che con i suoi 2.058.914 punti non avrà preso bene la notizia.

Perché chiude?

Il motivo della fine di questa piattaforma, come spesso succede, è semplice: calo di popolarità. Yahoo ha specificato però che lo shutdown non avverrà tutto in un momento. Dal 20 aprile non sarà più possibile postare nulla, né le domande né le risposte. Fino al 30 luglio invece tutti gli utenti potranno scaricare le loro risposte e le loro domande nella sezione Your Privacy Dashboard. Non sarà possibile invece fare la stessa cosa, almeno in automatico, con domande e risposte di altri utenti.

In quella che sarà una delle ultime domande pubblicate sulla piattafroma, millirella ha chiesto: «A qualcuno mancherà Yahoo Answer?». Secca la risposta di OTTO, non esattamente un anticipatore dei tempi: «Sentirò un vuoto. Sono entrato a far parte del 2008, sono rimasto offline per anni, quindi ho iniziato a postare nel 2020. Ho circa 21.000 punti. Non vedrò mai il livello 7».

Continua a leggere su Open

Leggi anche: