Arrestati un giudice e un avvocato a Bari, l’accusa: mazzette davanti al tribunale in cambio di scarcerazioni facili

Si tratta del gip Giuseppe De Benedictis e del penalista Giancarlo Chiariello. Entrambi si trovano in carcere

Il gip del Tribunale di Bari, Giuseppe De Benedictis, e l’avvocato penalista Giancarlo Chiariello sono stati arrestati e portati in carcere su disposizione del Gip di Lecce, che ha accolto le richieste cautelari della procura distrettuale Antimafia. Entrambi sono accusati di aver stretto un accordo corruttivo in base al quale il giudice avrebbe emesso provvedimenti di scarcerazione in favore degli assistiti dell’avvocato Chiariello.


Secondo l’accusa, il magistrato avrebbe percepito dall’avvocato somme di denaro che gli sarebbero state consegnate anche per strada, di fronte al Palazzo di Giustizia. L’indagine è stata condotta dai carabinieri e dopo una perquisizione avvenuta lo scorso 9 aprile, De Benedictis si è dimesso dalla magistratura. In quell’occasione era stata rinvenuta una mazzetta di 6 mila euro.


Foto copertina: Ansa / Luca Turi | Il giudice Giuseppe De Benedictis arrestato oggi 24 aprile 2021

Leggi anche: