Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Milano, precipita un aereo da turismo: morti gli 8 passeggeri. A bordo anche un bambino – Il video

Il Piper sarebbe partito poco prima dall’aeroporto di Linate ed era diretto a Olbia. La procura apre un fascicolo per disastro colposo

Grave incidente alla periferia di Milano, dove un aereo da turismo con a bordo otto persone, sei turisti francesi, tra cui un bambino, il pilota romeno e un altro membro dell’equipaggio, è precipitato su un palazzo in via 8 ottobre a San Donato Milanese, nella periferia Sud-Est del capoluogo lombardo. Tutte le persone presenti sul velivolo sono morte nell’impatto. Dopo l’incidente sono subito arrivati sul posto i vigili del fuoco, la polizia e i mezzi di soccorso. L’impatto ha provocato un incendio, con le fiamme che hanno coinvolto l’aereo, alcune auto parcheggiate e la palazzina vuota di due piani. Sull’incidente «verrà aperto un fascicolo per disastro colposo»: lo ha spiegato il procuratore aggiunto di Milano, Tiziana Siciliano, dopo i primi rilievi sul luogo dell’incidente. Siciliano ha aggiunto che «la scatola nera è stata trovata» e sarà dunque oggetto di perizia tecnica.


La dinamica dell’incidente

Secondo quanto riferito da Carlo Cardinali, funzionario dei vigili del fuoco di Milano, «l’impatto è stato estremamente violento, c’è stata una vera e propria esplosione, con proiezione di questo aeromobile in vari punti». Nello specifico, «l’aereo ha effettuato una virata dopo il decollo – ha proseguito Cardinali – e quindi probabilmente il pilota si è accorto di qualche anomalia». Una manovra che però potrebbe aver mandato in stallo il velivolo, aumentandone la velocità prima dello schianto. La palazzina contro cui si è scontrato il velivolo «era disabitata e interessata da lavori di ristrutturazione». Di conseguenza, i vigili del fuoco hanno «scongiurato subito la presenza di altre persone all’interno della struttura». E Cardinali ribadisce: «In quel punto è stato davvero importante che non ci fossero abitazioni: nel dramma, l’impatto è avvenuto su una struttura totalmente disabitata».

L’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo apre un’inchiesta

L’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) ha aperto un’inchiesta e disposto l’invio di un investigatore sul luogo dell’impatto, e in una nota aggiunge: «A quanto risulta il velivolo decollato da Linate con destinazione Olbia, ha impattato contro uno stabile, a San Donato Milanese, incendiandosi». Secondo quanto ricostruito sinora dall’Ansv, «il velivolo era decollato da Linate alle 13:04 con destinazione Olbia: l’aereo ha colpito un edificio stabile e si è incendiato». Al contempo, l’Areu, l’Agenzia Regionale Emergenza-Urgenza della Regione Lombardia, ha riferito all’Ansa che sono in corso le operazioni di identificazione dei corpi.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: