Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Treviso, scoperti 116 furbastri del Reddito di cittadinanza: uno aveva una Maserati, altri avevano vinto grosse scommesse online

Tra chi percepiva il sussidio, c’erano giocatori di poker online e scommettitori che avevano incassato anche 1,6 milioni di vincite

Sono 116 le persone denunciate dalla Guardia di Finanza di Treviso perché incassavano ogni mese 700 euro dal Reddito di cittadinanza, pur non avendone diritto. In 45 casi, per la maggior parte cittadini stranieri, i finanzieri hanno scoperto che non c’era il requisito della residenza, visto che la legge prevede che si debba essere residenti in Italia da almeno 10 anni e continuamente almeno da due. E poi ci sono casi in cui chi riceveva il Reddito di cittadinanza, risultava anche proprietario di una Maserati o di grosse vincite al gioco. Si tratta di 25 persone che, anche durante il periodo in cui percepivano il Rdc, avevano vinto con il gioco online, prevalentemente scommesse sportive. Ma non mancavano anche giocatori di poker online. Sui loro conti, i finanzieri hanno ritrovato accrediti per centinaia di migliaia di euro. Cifre mai rese note all’inps, che altrimenti avrebbe interrotto l’erogazione del Rdc. È il caso per esempio di un disoccupato 54enne di Treviso, che aveva vinto 1,6 milioni di euro, e un 48enne di Conegliano, che invece aveva incassato una vincita di 500 mila euro.


I pokeristi col sussidio

C’è stato anche chi ha evitato di indicare nell’autodichiarazione di percepire altri redditi, in alcuni casi anche da lavoratore dipendente, e di possedere case. Elementi che ovviamente avrebbero fatto superare i limiti di reddito per poter ricevere il Rdc. Tra i 17 casi di questo genere, c’era una cittadina kosovara, residente a Treviso, che aveva evitato di indicare nel proprio nucleo famigliare una persona che possedeva due case da cui incassava anche l’affitto. E poi un cittadino senegalese, che risultava solo pur avendo una famiglia con altri sei componenti, tutti lavoratori dipendenti. Altri non hanno comunicato di aver trovato un lavoro mentre percepivano il Rdc. E poi ci sono tre persone che erano già proprietarie di auto di cilindrata superiore a 1.600 cc e moto di oltre 250 cc, acquistate almeno sei mesi prima di richiedere il Rdc. Tra loro ce n’era una che aveva comprato una Maserati Levante.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: