Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Livorno, incendio alla raffineria Eni. Colonna di fumo nero sulla città: «Restate in casa» – Il video

Intorno alle 14 nell’impianto Eni di Stagno sarebbe esploso un forno della distillazione che era in manutenzione. Nessun operaio né tecnico era presente al momento dello scoppio

Un grosso boato e poi il fuoco. È successo poco dopo le 14, quando le fiamme hanno avvolto una parte degli impianti della grande raffineria Eni di Livorno, a Stagno, una frazione al confine tra i comuni di Livorno e Collesalvetti. La grossa colonna di fumo si è elevata in cielo nel giro di pochissimo tempo spaventando gli abitanti dei comuni limitrofi. L’incendio sarebbe stato provocato dall’esplosione di un forno della distillazione dei lubrificanti che era in manutenzione, così come confermato dalla comunicazione diffusa dal comune di Collesalvetti che, insieme alla Protezione civile di Livorno, ha invitato i cittadini a rimanere chiusi in casa. Da quanto si apprende nella zona dell’impianto dove il forno è esploso non c’erano né tecnici né operai. Le fiamme sarebbero state spente poco prima delle 15, tecnici e vigili del fuoco dovranno ora verificare il grado di nocività delle sostanze nell’aria per gli abitanti della zona.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: