Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

A Napoli non solo i botti, per Capodanno c’è chi spara con le pistole dai balconi per festeggiare – Il video

Sono centinaia i video secondo Il consigliere regionale Borrelli che denuncia su Facebook: «Da appurare se siano armi vere, ma il gesto è aberrante»

Non solo petardi e acrobazie pirotecniche: ieri, 31 dicembre, a Napoli alcuni hanno salutato il vecchio anno filmandosi mentre sparano con le pistole, da balconi e finestre, addirittura in strade affollate, in stile Gomorra. A raccontarlo è Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale della Campania di Europa Verde, che ha raccolto tutte le segnalazioni in un filmato poi pubblicato sul suo account Facebook. «Sono stati postati centinaia di video. È da appurare se con armi vere o giocattolo, ma il solo gesto è aberrante. Per quello che rappresenta: un inno alla violenza, la celebrazione del crimine», ha detto. E ha poi aggiunto: «Come quando si compie un atto eroico – prosegue – questi video trionfano sui social mettendo in evidenza un concentrato di ignoranza e cultura criminale davvero preoccupanti. Su questi fenomeni è necessario interrogarsi». A far scalpore è certamente anche il fatto che molti dei protagonisti fossero ragazzi giovani, a volte anche ragazze, «che senza remore sparano ad altezza uomo senza porsi minimamente il problema delle conseguenze anche se utilizzano pistole a salve. Accade in tutti i quartieri e nei comuni della provincia di Napoli. Il tutto sempre arricchito da risate e approvazione dei presenti anche di fronte a questi gesti culturalmente criminali. Siamo in piena deriva dei valori e dei costumi».


Leggi anche: