Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il partigiano Smuraglia: «Anche quella degli ucraini è resistenza. E vanno aiutati con le armi»

Il presidente onorario dell’Anpi: Zelensky? Si batte per la libertà del suo paese

«Un popolo che resiste contro l’invasore va aiutato, anche con le armi». Carlo Smuraglia, 99 anni, partigiano, avvocato, professore universitario, in politica col Pci e i Ds, ma soprattutto presidente dell’Anpi tra il 2011 e il 2017 e oggi presidente onorario lo dice oggi in un’intervista rilasciata a La Repubblica. Secondo Smuraglia il governo ha fatto bene ad aiutare la resistenza ucraina «ma questo aiuto deve avere un limite preciso: non deve comportare l’entrata in guerra dell’Italia. Un confine invalicabile». E Zelensky? «È un uomo che si sta battendo per la libertà del suo Paese». L’attuale presidente dell’Anpi, Gianfranco Pagliarulo, il 28 febbraio aveva fortemente criticato gli aiuti militari dell’Italia all’Ucraina.


Leggi anche: